il premio Nobel

Karl Landsteiner

biografia di Karl Landsteneir a cui è stato assegnato il premio Nobel per la medicina e la fisiologia.

Karl Landsteiner nasce a Vienna nel 1868, a 17 anni riesce ad entrare alla scuola medica dell'università di Vienna. A 23 anni si è già laureato e negli anni successivi passa in vari laboratori famosi d'Europa.
landsteiner studiò il motivo per cui alcune trasfusioni non andavano nel verso giusto; fece esperimenti sugli effetti delle trasfusioni. Fu così che giunse a elaborare la sua teoria: esiste un numero definito di tipi di sangue, alcuni compatibili tra loro e altri no. Nel 1901 Landsteiner aveva identificato tre gruppi sanguigni: A, B e C più avnti si cambiò il nome di C con 0 e si agginse il gruppo AB



Mohammed El Baradei

parte del discorso per l'assegno del premio Nobel per la pace contro le armi nucleari:

“Se vogliamo sperare seriamente di scampare all’autodistruzione, io credo che le armi nucleari non dovrebbero aver posto nella nostra coscienza collettiva né alcun ruolo nella sicurezza. A tal fine,dobbiamo assicurarci che nessun Paese  acquisti più armi nucleari, che i siti nucleari vengano smantellati, che ci si muova verso il disarmo, e dovremo arrivare ad avere un sistema di sicurezza che non dipenda dal deterrente nucleare”.

Aung San Suu Kyi

parte del discorso per l'assegnazione del premio Nobel per la pace:

''La pace del nostro mondo è indivisibile. Fino a quando le forze negative avranno la meglio sulleforze  positive  ovunque, siamo tutti a rischio. Ci si può chiedere se tutte le forze negative  possano mai essere rimosse.La risposta è semplice: "No!" E’ nella natura umana di contenerle  entrambe, sia quelle positive che quelle negative. Tuttavia, è anche nella capacità dell’uomo di lavorare per rafforzare lati positivi e minimizzare o neutralizzare quelli negativi.LaPace assoluta   nel nostro mondo è un obiettivo irraggiungibile.Ma si tratta di un obiettivo verso il quale  dobbiamo continuare a camminare, gli occhi fissi su di esso come un viaggiatore in un deserto fissa gli occhi sulla stella che lo guida e che lo porterà alla salvezza''.

Dario Fo



parte del discorso per l'assegnazione del premio Nobel per la letteratura:

''Signore e Signori ...

Alcuni amici miei, letterati, artisti famosi, intervistati da giornali e televisioni, hanno dichiarato: il premio più alto va dato senz'altro quest'anno ai Membri dell'Accademia svedese che hanno avuto il coraggio di assegnare il Nobel a un giullare! Eh sì, il Vostro è stato davvero un atto di coraggio che rasenta la provocazione.

Basta vedere il putiferio che ha causato: poeti e pensatori sublimi che normalmente volano alto ... e poco si degnano di quelli che campano rasoterra ... si sono trovati all'istante travolti da una specie di tromba d'aria.

Ebbene, io applaudo e sono d'accordo con loro.''

Create a presentation like this one
Share it on social medias
Share it on your own
Share it on social medias
Share it on your own

How to export your presentation

Please use Google Chrome to obtain the best export results.


How to export your presentation

New presentation

by sararadwan566

7 views

Public - 6/7/16, 4:16 PM