CAPITOLO 1

Fra il 1800 e il 1900 ci furono le invenzioni del telegrafo (MORSE), del telefono (MEUCCI) e del telegrafo senza fili (MARCONI) che resero possibili le comunicazioni a lunga distanza via cavo o via radio.

Ci fu lo sviluppo dei trasporti e le esplorazioni geografiche in cui furono scoperte zone ancora inesplorate dell'Africa e dell'Asia.

Progressi nel settore chimico permisero di sostituire alcune materie prime con prodotti di laboratorio, progredì la chirurgia e ci furono sviluppi della fisica atomica.

Il rapido moltiplicarsi delle invenzioni e scoperte scientifiche creò un senso di benessere e ottimismo 

CAPITOLO 2

All'inizio del 900 la democrazia si era affermata in molti stati d'Europa con la diffusione del suffragio universale maschile che estese a grandi masse di cittadini la possibilità di partecipare al potere politico.

In alcuni stati europei ci furono riforme sociali come le pensioni di invalidità e di vecchiaia che migliorarono le condizioni di lavoro e di vita dei cittadini.

Nacquero i partiti di massa che facevano propaganda delle loro idee e indirizzavano la popolazione verso i loro obbiettivi politici.

Nazionalismo= amor di patria che si trasforma in un sentimento di superiorità, in un Atteggiamento aggressivo verso le altre nazioni.

Selezione Naturale=teoria sull'evoluzione proposta da Darwin per giustificare le disuguaglianze sociali e il dominio degli stati più forti su quelli più deboli

CAPITOLO 3 

La rivoluzione industriale divise i paesi del mondo in 2 gruppi: i paesi industrializzati ricchi e potenti e i paesi non industrializzati poveri e deboli.

Le nazione europee instaurarono una nuova forma di dominio coloniale economico, militare e politico su molti paesi non industrializzati (italiano cercarono di conquistare l'Etiopia ma furono sconfitti e occuparono invece la Libia).

Gli Stati Uniti si introdussero nell'impero cinese con conseguenti rivolte, l'impero Cinese viene abbattuto e si instaura la repubblica a causa di una sommossa popolare.

GIAPPONE.

Si modernizzò trasformandosi in una potenza industriale.

RUSSIA.

L'impero Russo era un'autocrazia (potere era dello Zar), la principale attività economica era l'agricoltura e nel tempo cominciò lentamente a industrializzarsi.Si scontrò con la potenza militare Giapponese ma venne sconfitta.

CAPITOLO 4

Al' inizio del 1900 l'impero di Austria-Ungheria e quello ottomano erano in difficoltà a causa delle molte etnie che aspiravano all'indipendenza.

Nel 1914 i rapporti tra le nazioni europee divennero difficili per via di nazionalismi accesi e di conseguenza i vari paesi stringono alleanze diverse:

TRIPLICE ALLEANZA

  • Austria 
  • Italia 
  • Germania 
TRIPLICE INTESA

  • Francia 
  • Russia 
  • Inghilterra 
L'uccisione dell'erede al trono austriaco a Sarajevo per mano di uno studente slavo segnò l'inizio della guerra:Austria dichiarò guerra alla Serbia, la Russia mobilitò l'esercito, la Germania diede inizio alle ostilità contro la Francia e la Russia alle quali si unirono l'Inghilterra e il Giappone.

A fianco dei tedeschi entro in guerra l'Impero ottomano.

La guerra assunse dimensioni mondiali e divenne una guerra di posizione.

l'Italia era divisa tra Neutralisti (socialisti, cattolici, liberali) contrari alla guerra e interventisti (nazionalisti, socialisti rivoluzionari, irredentisti) a favore della guerra.

L'Italia sarebbe entrate in guerra contro la Germania e l'Austria e in caso di vittoria avrebbe ricevuto dei territori. il 24 maggio 1915 l'Italia entra in guerra contro l'Austria.

Nel 1917 la Germania iniziò una guerra sottomarina utilizzando i sommergibili, di conseguenza ci fu l'entrata in guerra degli Stati Uniti a fianco dell'Intesa.la Russia dovette ritirarsi dalla guerra a causa di rivolte polari e l'Italia subì la disfatta di Caporetto.

La firma dell'armistizio degno la fine dell'impero Austro-Ungarico sostituito da una repubblica austriaca.

CAPITOLO 5

Nel 1919 si aprì a Parigi la conferenza per la pace alla quale parteciparono tutti gli stati vincitori.

La conferenza fu dominata dal presidente americano Wilson Che istituì la società delle nazioni con lo scopo di regolare i rapporti internazionali e impedire guerre future.

Ai Tedeschi sconfitti furono imposte con il trattato di pace di Versailles condizioni durissime. Con altri trattati l'Impero Austro-Ungarico formò 3 stati nuovi:

  • l'Austria 
  • Cecoslovacchia
  • Ungheria
Nel 1923 nacque la repubblica turca in cui la Turchia venne trasformata in uno stato laico e moderno, separando l'autorità religiosa islamica da quella politica dello stato.

Dal crollo dell'Impero ottomano nacquero anche la Siria, Libano Palestina, Transgiordania e Iraq in cui la legge islamica fu considerata l'unico fondamento della giustizia.

in Palestina divenne sempre più difficile la convivenza tra arabi e ebrei, questi ultimi scapparono dall'antisemitismo ma animati dagli ideali di un nuovo movimento politico, il sionismo, dove speravano di fare della Palestina la loro nuova patria.

Gli Stati Uniti con la fine della guerra attraversarono un periodo di forte crescita economica e industriale a cui seguì un periodo di crisi in cui nel 1929 crollò la borsa di New York causando la rovina di molti investitori.

Il presidente americano Roosevelt elaborò un piano di ripresa economica che risollevò il piano dell'economia dell'America

CAPITOLO 6

Il bilancio della guerra fu disastroso per l'Italia, tra il 1919 e il 1920 ci furono molti scioperi e occupazioni di fabbriche da parte degli operai. 

Di questo diffuso disagio approfittò Benito Mussolini, un uomo politico spregiudicato che fondò il partito fascista trovando molti sostenitori che desideravano ristabilire l'ordine sociale.

Nel' Ottobre 1922 gli fascisti organizzarono una marcia su Roma. Timoroso per il futuro della monarchia, il re incaricò Mussolini di formare il nuovo governo quindi il fascismo si trasformò in una dittatura: gli avversari politici furono perseguitati, incarcerati e uccisi.

All'affermazione del regime fascista contribui una opera di propaganda condotta con i più moderni mezzi di massa (radia; giornali; cinema) Mussolini troneggiava dappertutto.

La scuola fu controllata dal regime, la stampa fu censurata e i partiti furono sciolti. 

Esaltate dal fascismo come grandi vittorie furono la bonifica delle paludi pontine e la firma dei patti lateranensi (il concordato con la chiesa).

Sotto il fascismo l'Italia riprese le conquiste coloniali: riuscì ad conquistare l' Etiopia, vennero stipulati nuovi legami con la Germania di Hitler e una conseguenza furono le leggi razziali.

CAPITOLO 7

_Russia

Nel 1922 Stalin, segretario del partito comunista bolscevico, istituì una violenta dittatura, creò campi di lavoro forzato e di concentramento dove furono rinchiusi gli oppositori, uccise i contadini che si opponevano a lui, diede poteri enormi alla polizia segreta e istituì una censura delle informazioni e idee. Lo stato organizzò e controllò tutta la vita economica

_Germania

In Germania si formò la repubblica detta di Weimar che si trovò subito in difficoltà. Cresceva invece il peso politico del partito nazionalsocialista il cui capo era Adolf Hitler. Nel 1933 Hitler fu nominato cancelliere e conquistato il potere instaurò una feroce dittatura eliminando ogni opposizione e iniziando ad perseguitare gli ebrei tedeschi che furono privati di ogni diritto civile.

La Germania nazista divenne una grande potenza militare.

_Spagna

Nel 1936 in Spagna scoppiò una guerra civile fra il fronte popolare al governo e le forze conservatrici guidate dal generale Francisco Franco che instaurò una dittatura.

Nel 1938 Hitler annesse l'Austria e nel 1939 la Cecoslovacchia, l'Italia si impadronì dell'Albania.

Il patto di non aggressione stipulato fra Russia e Germania lascio ad Hitler via libera nell'espansione verso est: una nuova guerra minacciava l' Europa.

CAPITOLO 8

Nel 1939 la Germania aggredì la Polonia; subito dopo l' Inghilterra e la Francia dichiararono guerra alla Germania. In poco tempo le armate tedesche invasero la Danimarca, la Norvegia, l' Olanda, il Belgio e la Francia.

Nel 1940 l'Italia fascista entrò nel conflitto a fianco della Germania. Hitler scatenò un' offensiva di bombardamenti aerei chiamata la battagli di Inghilterra che però fallì. Le potenze dell' Asse (Germania e Italia) firmarono un patto di alleanza militare con il Giappone.

Nonostante le ripetute offensive italiane marina e aviazione inglesi non persero mai il dominio del Mediterraneo.

Nel 1941 la Germania attaccò la Russia sovietica dove i tedeschi furono fermati e costretti ad ritirarsi.

La Germania sottopose tutti i paesi occupati ad una oppressione durissima dove con i campi di sterminio furono uccisi milioni di ebrei.

La guerra assunse dimensioni mondiali quando nel 1941 il Giappone bombardò la base navale di " Pearl Harbor" e anche gli Stati Uniti entrarono in guerra.

Nel 1943 gli alleati anglo americani sbarcarono in Sicilia e Vittorio Emanuele III° nominò capo de governo il maresciallo Badoglio e fece arrestare Mussolini.Subito dopo l'Italia firmo un armistizio (8 Settembre 1943) e si ritiro dalla guerra. 

Mentre gli alleati avanzavano lungo la penisola, cominciava la resistenza cioè la guerriglia Partigiana contro i tedeschi o dette guerra civile fra Italiani fascisti e Italiani anti fascisti. 

I partigiani liberavano le città del nord e catturato Mussolini fu fucilato.

Intanto gli alleati sbarcati in Normandia nel 1944 liberarono tutta la Francia e penetrarono in territorio tedesco, Hitler si suicidò.

Per indurre alla resa il Giappone gli Americani sganciarono 2 bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki.

Nel 1946 si tenne a Parigi la conferenza di pace dove la Germania sconfitta fu divisa in 4 zone di occupazione:

  • INGLESE 
  • AMERICANA
  • FRANCESE
  • RUSSIA

CAPITOLO 9

L'Europa ne dopo guerra perse il suo ruolo di guida della politica mondiale a favore di U.S.A. e U.R.S.S. 

Gli U.S.A. erano uno stato liberal democratico ad economia capitalista, l' U.R.S.S. era uno stato totalitario ad economia pianificata. Dopo la collaborazione durante la guerra le 2 potenze entrarono in contrasto.

Gli U.S.A. elaborarono un piano di aiuti economici per la ricostruzione europea (il piano marshall) invece U.R.S.S. impose il suo regime politico su tutti i paesi dell' est: in questo modo furono creati il blocco occidentale e il blocco comunista ai quali corrisposero anche 2 alleanze militari la NATO e il Patto di Varsavia.

Cominciò la guerra fredda uno stato di continua tensione in cui ci furono momenti di crisi (muro di Berlino, questione di Cuba) ma anche coesistenza pacifica.

Ebbe inizio un periodo di forte espansione economica dove in europa si affermarono il fordismo e il taylorismo che sono nuove forme di organizzazione dell lavoro, si diffuse anche il Welfare State Cioè lo stato assistenziale.

L' industrie produssero grandi quantità di merci poco costose e identiche l'uno al' altra nasce così la società dei consumi.

In America cominciarono le proteste di neri che si ribellarono al regime di segregazione e formarono così un movimento di contestazione con a capo Martin Luther King.

CAPITOLO 11

1947 L'india si libera dal dominio coloniale inglese e viene guidata dal Mahatma Gandhi (maestro della non violenza e ideatore di una forma di lotta politica non violenta cioè la resistenza passiva). 

Dopo l'indipendenza l'India si divide in 2 stati:

_l'Unione Indiana (induista)

_il Pakistan (musulmano)

Gandhi viene ucciso da un fanatico induista, tra i due stati scoppiano ripetute guerre (1948/1965/1971).

Oggi l'India è una democrazia dove al potere si alternano il partito del Congresso "Progressista" con l'obbiettivo politico di fare dell'India un grande paese moderno e il partito Nazionalista "Conservatore" e legato alla tradizione Indù. 

In India lo sviluppo economico e culturale è in continua crescita però esistono differenze tra il livello di vita della moderna India tecnologica e quella del mondo contadino. 

CINA.

Nel 1949 nasce la repubblica popolare Cinese il cui capo è Mao Zedong che ha guidato la rivoluzione comunista.

Oggi la Cina è un paese in rapido sviluppo economico ma il governo comunista limita la libertà della popolazione. 

CAPITOLO 12

Nel 1948 in Palestina nasce lo stato di Israele che fu causa di numerose guerre (1948/1956/1967/1973) fra Ebrei e Arabi.

Israele si impadronisce di territori dell'Egitto della Giordana e della Siria poiché dotato di maggiori ricchezze e di un esercito meglio organizzato.

Nel 1969 si costituì l'organizzazione per la liberazione della Palestina guidata da Yasser Arafat.

Nel 1943 gli Israeliani restituiscono i territori in cambio di pace ma i tentativi di riavvicinamento con la Palestina sono resi vani da nuove violenze.

Rep. Islamica e Iiran.

Alla fine della 2° guerra mondiale lo Scià dell' Iran cercò di modernizzare il paese con modelli occidentali ma viene cacciato e viene proclamata una repubblica Islamica.

Scoppiano guerre tra Iran e Iraq intervengono le nazioni unite contro l' Iraq.

Afghanistan e Iraq.

L'Afghanistan è occupato prima dai sovietici poi dai talebani che instaurarono un rigido regime islamico. Si diffonde il terrorismo islamico (11/settenbre/2001 attacco alle Torri Gemelle e al Pentagono) gli Stati Uniti reagirono con una strategia di guerra contro gli stati considerati protettori dei terroristi ; fu attaccato Afghanistan e occupato l'Iraq.

Create a presentation like this one
Share it on social medias
Share it on your own
Share it on social medias
Share it on your own

How to export your presentation

Please use Google Chrome to obtain the best export results.


How to export your presentation

storia per esame

by leomazzo

10 views

Public - 5/25/16, 1:52 PM